itownok

I-TOWN: Italian Training qualificatiOn Workforce in buildiNg

CIP-IEE-2013 – Intelligent Energy Europe – Pillar II Build up skills
(Durata del progetto dal 01/09/2014 al 31/08/2017)
ID Progetto: 632721 IEE/13/BWI/721: BUILD UP Skills I-TOWN

www.bus-itown.eu

L’obiettivo del progetto è creare e aggiornare programmi di formazione per la qualificazione di lavoratori e artigiani nei settori dell’efficienza energetica e dell’energia rinnovabile in ambito edile, secondo il piano di azione proposto nella roadmap italiana realizzata nell’ambito del Pillar I dell’iniziativa “Build Up Skills Italy”. I corsi di formazione vogliono essere un investimento per la sostenibilità da attuare attraverso processi evolutivi che generano competenze di alta qualità. I programmi di formazione sono basati sul rapporto ben bilanciato tra teoria e pratica. Il principio educativo che ispira l’approccio formativo può essere riassunto con il motto “Apprendi con le mani”. I corsi, infatti, si svolgono soprattutto in aule attrezzate per le dimostrazioni e in laboratori, dove si mettono in pratica le nozioni apprese. I gruppi target (lavoratori edili e formatori) e le figure chiave rilevanti (enti governativi, camere di commercio, associazioni di professionisti, progettisti, PMI, imprese di costruzioni) parteciperanno come soggetti attivi alla creazione dei corsi. L’obiettivo del progetto sarà raggiunto attraverso le seguenti azioni principali:

  • Elaborazione del materiale formativo: i corsi prendono come punto di partenza il repertorio nazionale delle qualifiche professionali condiviso da tutte le Regioni e Province autonome italiane. Il parternariato metterà in atto le proposte di miglioramento contenute nella roadmap italiana del Pillar I “Build Up Skills Italy”. Il materiale formativo sarà elaborato in linea con i requisiti stabiliti dalle diverse direttive, come la direttiva RES (2009/28/CE), la direttiva sulla performance energetica in edilizia (2010/31/UE), la direttiva sull’efficienza energetica (2012/27/UE) e con gli obiettivi per il 2020.
  • Corsi “Formiamo i formatori”: questi corsi nascono dalla necessità di aggiornare i formatori al fine di offrire corsi di alta qualità per i lavoratori edili in Italia, come dichiarato nella roadmap italiana consegnata con il Pillar I dell’iniziativa “Build Up Skills Italy”. Nella maggior parte dei casi esistono corsi di ambito tecnico altamente qualificati ma mancano di nozioni pedagogiche. Ai formatori saranno trasmesse conoscenze tecniche e pedagogiche.
  • Certificazione e qualifica dei lavoratori edili: i lavoratori edili che avranno partecipato ai corsi riceveranno una certificazione o una qualifica in linea con i requisiti della nuova direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili e delle altre direttive UE rilevanti.
  • Assicurare la sostenibilità dei corsi di formazione nel lungo termine: verranno messe in atto tutte le operazioni necessarie per assicurare la sostenibilità a lungo termine del progetto con corsi di formazione di base.
  • Attività di divulgazione e comunicazione: attraverso una campagna pianificata di divulgazione e comunicazione, e attraverso il coinvolgimento delle parti scociali, verrà informata una grande quantità di potenziali lavoratori edili.

Principali output e risultati

  • Certificare o qualificare i lavoratori del settore delle costruzioni nel campo dell’efficienza energetica in edilizia: durante lo svolgimento del progetto verranno sviluppati corsi di formazione pilota. Si prevede che i corsi di formazione da sviluppare dopo la conclusione del progetto, potrebbero qualificare una quantità significativa di lavoratori edili tra il 2013 e il 2020.
  • Formare gli insegnanti, tecnici e professionali che diverranno a loro volta formatori dei lavoratori edili e diffonderanno il concetto base dei corsi di formazione: il progetto comprende la formazione dei formatori stessi attraverso i corsi “Formiamo i formatori”. è prevista la realizzazione di una piattaforma e-learning/sistema di gestione dell’apprendimento.
  • Accelerare l’applicazione del concetto di efficienza energetica in edilizia: il parternariato ha l’obiettivo di coinvolgere nel progetto le associazioni più rappresentative del settore delle costruzioni e dell’installazione impianti. Tale cooperazione ottimizzerà l’applicazione di sistemi energeticamente efficienti nelle nuove costruzioni e nel restauro.

 

Scomposizione attività del progetto
Layout 1

Obiettivi – Risultati – Impatti

Obiettivi specifici del progetto:

  • Conformemente ai requisiti fondamentali della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell’utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili, della direttiva sulla performance energetica in edilizia (2010/31/UE) e della direttiva sull’efficienza energetica (2012/27/UE) e in linea con gli obiettivi per il 2020, il progetto si impegna a sviluppare piani di formazione, certificazione o qualifica efficaci per la forza lavoro edile. Obiettivo che sarà raggiunto con una serie di azioni specifiche attentamente pianificate:
  • Qualificare e certificare i lavoratori del settore delle costruzioni nel campo dell’efficienza energetica in edilizia (ad esempio operatori edili, installatori di isolamento termico e acustico di pareti opache e pavimenti, installatori di vetrate e finestre, installatori di applicazioni di energia rinnovabile su piccola scala, inclusi sistemi fotovoltaici, pannelli termici solari, pompe di calore). I piani formativi saranno sviluppati secondo i bisogni dei diversi settori e seguiranno il piano di azione proposto nella roadmap italiana consegnata con il Pillar I dell’iniziativa “Build Up Skills Italy”. I piani di qualifica e formazione forniranno lavoratori certificati e qualificati in grado di installare nelle costruzioni edili sistemi efficaci energeticamente.
  • Formare gli insegnanti, tecnici e professionali: durante il progetto si terrà per ciascuna tecnologia almeno un corso “formiamo i formatori”, per formare insegnanti, ingegneri e professori, che formeranno poi a loro volta i lavoratori edili.

Obiettivi strategici (di lungo termine) del progetto:

Il parternariato ha stabilito una serie di obiettivi strategici di questa azione:

  • Supportare le autorità pubbliche locali nell’implementazione degli obblighi di efficienza energetica in edilizia: parte dei formatori formati durante il progetto lavorano come insegnanti in università e scuole. Questi insegnanti possono divenire moltiplicatori di cultura del risparmio energetico all’interno degli edifici pubblici dove lavorano, quindi scuole e università.
  • Stimolare un business nuovo/diffuso/forte (soprattutto PMI) sui sistemi di efficienza energetica in edilizia: molti prodotti hanno già dimostrato quanto velocemente si deteriora un prodotto se non correttamente installato. Di conseguenza, un obiettivo strategico importante è aumentare continuamente la qualità delle installazioni, ora e nel lungo termine. Obiettivo che può essere garantito dalla qualificazione della forza lavoro edile.
  • Dare un contributo forte al raggiungimento degli obiettivi 20-20-20: i piani formativi sviluppati nel progetto favoriranno l’implementazione di sistemi efficaci energeticamente in edilizia, dando un contributo forte al raggiungimento degli obiettivi 20-20-20 a livello nazionale.
  • Ridurre i costi delle applicazioni domestiche per il risparmio energetico: la disponibilità di lavoratori edili altamente qualificati avrà un effetto moltiplicatore nell’installazione di nuovi sistemi domestici per il risparmio energetico (sistemi RES, come sistemi fotovoltaici, termici solari, pompe di calore e tecnologie delle biomasse, sistemi di ottimizzazione termica delle costruzioni: finestre, telai, isolamento, pavimentazione e sostituzione dei sistemi di riscaldamento) soprattutto nel settore edile (nuove costruzioni e ristrutturazione patrimonio edilizio pubblico e privato esistente) nei paesi con un alto potenziale di risparmio energetico. Nuove installazioni di questi sistemi aumenteranno il volume di produzione di questo tipo di prodotti e quindi porteranno a una riduzione in termini di costi di produzione.

Gli standard nazionali per Operatori identificati con la Roadmap nazionale del Pillar I:

  • Operatore edile, con competenze sulla coibentazione termica ed acustica di parete opache e pavimenti, preparazione di forniture energetiche da fonti rinnovabili e sistemi tradizionali integrati, installazione di elementi radianti nei pavimenti e nei soffitti, eliminazione dei ponti termici.
  • Operatore termo-­idraulico, con competenze su impianti termici, sistemi termo-­solari,pompe di calore, biomasse, energia geotermica, sistemi di ventilazione, cogenerazione e trigenerazione.
  • Operatore di impianti elettrici, con competenze nei sistemi elettrici ottimizzati, fotovoltaici, sistemi di illuminazione, piccolo impianti eolici.
  • Operatore elettronico, con competenze relative a sistemi di monitoraggio smart e sistemi di controllo di impianti termo-idraulici ed elettrici e sistemi di automazione domestica.
  • Operatori carpentieri per il legno, con competenze su coibentazione termica ed acustica, sigillatura di finestre, edilizia verde.

Partner

FORMEDIL – Ente Nazionale per la Formazione e l’Addestramento Professionale nell’edilizia (Coordinatore)
ANCE – Associazione Nazionale Costruttori Edili Assistal – Associazione Nazionale costruttori di impianti
ASSISTAL – 
Associazione Nazionale costruttori di impianti
CNA – Confederazione Nazionale Artigianato ECIPA
Politecnico di Torino RENAEL – Rete Nazionale delle Agenzie energetiche locali
RENAEL – Rete Nazionale delle Agenzie energetiche locali
Sinergie Soc. Cons. a r.l.
Università degli studi di Napoli Federico

II rete di supporto

  • Formedil Regionale Puglia
  • Centro per la Formazione e Sicurezza in Edilizia Arezzo
  • Formedil-Bari
  • Centro Formazione Professionale Maestranze Edili ed Affini – CFPME Belluno
  • Istituto per l’Istruzione Professionale dei Lavoratori Edili di Bologna e provincia
  • Scuola Edile di Bergamo
  • ESEB Ente Sistema Edilizia Brescia
  • Scuola Edile CPT Brindisi
  • Ente Scuola Edile CPT Chieti
  • EdilScuola di Puglia
  • Formedil Foggia
  • Nuova Scuola Edile della Provincia di Forlì-Cesena
  • Ente Scuola Edile di Frosinone
  • Scuola Edile Grossetana
  • Ente Bilaterale Paritetico Territoriale per la Formazione e la sicurezza in edilizia della Provincia di Latina
  • Scuola Edile della Provincia di Lecce
  • Centro Servizi Edili di Parma
  • Ente Scuola Edile CPT Piacenza
  • Ente per la Formazione Professionale delle maestranze edili ed affini della Provincia di Potenza
  • RES – Edili Reggio Emilia – Scuola
  • CEFME-CTP Organismo paritetico per la formazione e la sicurezza in edilizia di Roma e provincia
  • ASSISTEDIL – Ente Comitato Paritetico Territoriale di formazione maestranze edili
  • Ente scuola edile di Salerno
  • ESEP – Ente Scuola Edile Province Nord Sardegna
  • Ente Senese Scuola Edile
  • Ente Scuola Edile Taranto
  • CEFS Udine – Centro Edile per la Formazione e la Sicurezza
  • ESEV Ente Scuola Edile Veronese
  • Centro Edile A. Palladio Vicenza
  • Istituto Scuola Provinciale Edili – CPT Ravenna
  • Centro per la Formazione delle Maestranze Edili ed Affini di Venezia e Provincia
  • Scuola edile di Cuneo
  • CPT Toscana
  • Cipet Torino
  • ESPE Ente Scuola Professionale edile della provincia di Como
  • ENTE SCUOLA EDILE CREMONESE – C.P.T.

 

ARTICOLI CORRELATI

26 gennaio 2017
Il progetto Somex e altre esperienze dall’Europa (Tra i vari progetti presentato il progetto I-town)

15 novembre 2016
Conclusi i tre corsi pilota per testare il programma di formazione formatori di I-town

20-21 ottobre 2016
I-TOWN – Reggio Emilia Formazione Formatori 20 e 21 ottobre

26 luglio 2016
I-town: on line i video didattici per i formatori

16 luglio 2016
Politecnico Torino e Formedil – formazione dei formatori I-town. Successo dell’iniziativa

13-14 luglio 2016
Torino – 13 e 14 luglio Corso formatori impianti meccanici I-TOWN

24 giugno 2016
BROAD Building a Green Social Dialogue – un seminario a Roma e un’occasione di confronto di I-town con le parti sociali

19 aprile 2016
Build up skills I-TOWN. Edilizia sostenibile: un’indagine Formedil su quali competenze e aspettative di formazione dei lavoratori dell’edilizia.

9 febbraio 2016
Bus I-town. Efficienza energetica e sostenibilità, quale formazione?

7 gennaio 2016
Progetto Build Up Skills I-town – Al via una nuova indagine conoscitiva dell’offerta formativa nei settori dell’edilizia e dell’impiantistica

26 marzo 2015
BuildUpSkill I-TOWN.Online Questionario Fabbisogni Formativi

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione