Progetto di ricerca A.L.I.S.E.I.

Abilità lavorativa invecchiamento e salute nell’edilizia in Italia. L’aumento dell’età media dei lavoratori e l’indice di capacità di lavoro come strumenti di valutazione e prevenzione 

Il progressivo invecchiamento della popolazione ha pesantemente condizionato le recenti modifiche alla legislazione sul lavoro in particolare per quanto riguarda l’allungamento dell’età di pensionamento, mentre sta aumentando la prevalenza delle malattie cronico-degenerative nei lavoratori. Si pone quindi il problema di come mantenere in buone condizioni di salute le persone fino al loro pensionamento, promuovendone l’integrazione lavorativa e sociale mediante soddisfacenti condizioni di lavoro e corretti stili di vita, con conseguenti minori costi sanitari e sociali sia per l’individuo che per la collettività. II progetto, avviato nel mese di novembre 2020, finanziato da FORMEDIL ente unico formazione e sicurezza e svolto in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Cliniche e di Comunità dell’Università degli Studi di Milano, si propone di valutare l’interazione tra invecchiamento, condizioni lavorative e stato di salute in un campione significativo di lavoratori edili in Italia. Lo studio condotto attraverso la somministrazione di specifici questionari somministrati da 21 Enti Territoriali della rete Bilaterale Edile nell’ambito delle attività di formazione in aula, ha consentito di ottenere informazioni sulla salute dei lavoratori edili, utili per definire adeguate azioni preventive e correttive da mettere in campo per migliorare la salute e la capacità lavorativa. Il progetto di ricerca, che si è concluso ad aprile 2022, ha visto coinvolti 1569 lavoratori del comparto edile ed i risultati ottenuti saranno presentati nell’ambito delle attività che FORMEDIL svolgerà al SAIE di Bologna, nei giorni 19-22 ottobre 2022.