Libero Cecchini, architetto di chiara fama (https://it.wikipedia.org/wiki/Libero_Cecchini), primo direttore (1949-55) della Fondazione Edilscuola di Verona, dopo una lunga vita (1919-2020) ci ha lasciato pochi giorni or sono. Fedele all’idea che l’uomo si realizza attraverso ciò che crea con la testa e con le mani, ha amato profondamente l’attività umana del ‘costruire su progetto’ riconoscendone la complessità e la ricchezza intellettuale. E’ stato un formatore tutta la vita: da quando nel dopoguerra con la scuola edile formava i disoccupati nei cantieri scuola, a quando, negli anni ’90, passava i pomeriggi a insegnare (non siamo mai riusciti a compensarlo) ai geometri neodiplomati la cultura e il fare nel restauro. Un formatore, vero. È stato, a tutti gli effetti, uno di noi, di gran lunga il migliore di tutti noi. Lo ricordiamo con questa intervista (marzo 2019) e con il video “la chiave di volta” cui ha contribuito.

 

 

 

 

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione