Siglato ieri 16 maggio l’importante protocollo di intesa triennale finalizzato a formare e avviare al lavoro nel settore edile rifugiati e altri migranti vulnerabili, al fine di accompagnare il loro percorso verso l’autonomia e per sostenere la crescita trainata da super bonus e PNRR.

Il protocollo è stato siglato dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, dal presidente di ANCE, Gabriele Buia e dai segretari generali di FILLEA-CGIL, Alessandro Genovesi, FILCA CISL, Enzo Pelle e dal segretario della FENEAL UIL Francesco Sannino. Un documento alla cui elaborazione hanno collaborato anche UNHCR e ANCI.

La collaborazione tra governo e nostre parti sociali mira all’inserimento socio-lavorativo di almeno 3mila persone, tra richiedenti e titolari di protezione internazionale o temporanea, titolari di protezione speciale, minori stranieri non accompagnati in transizione verso l’età adulta ed ex minori stranieri non accompagnati (msna).

Il sistema Formedil/Enti territoriali svolgerà il compito importante di accompagnare i beneficiari mediante percorsi di formazione dedicati e con esperienze sul campo mediante tirocinio, sulla base dei servizi di Borsa Lavoro Edile Nazionale BLEN.it. I destinatari saranno individuati nei Centri di Accoglienza Straordinaria e nel Sistema di Accoglienza e Integrazione.

A supporto del protocollo e dei relativi percorsi previsti, il Formedil ha contribuito mediante la messa in comune di esperienze derivanti da un campione di Enti territoriali afferenti al sistema per la progettazione di alcuni percorsi di inserimento socio lavorativo “tipo”; inoltre, mediante la partecipazione alle varie riunioni di coordinamento preparatorie.

Nella prima fase del triennio oggetto del protocollo, parte dello stesso campione di Enti territoriali sarà coinvolto nell’erogazione dei primi percorsi in partenza, mettendo a punto eventuali aspetti ottimizzabili.

Gli Enti in questione sono l’Ente sistema edilizia di Brescia, l’Istituto professionale edile di Bologna, l’Ente paritetico formazione e sicurezza di L’Aquila, il Formedil Bari, il Centro per la formazione e la sicurezza di Udine, il Centro edile per la sicurezza e la formazione di Perugia, la Scuola professionale edile e cpt di Firenze, la Scuola edile di Bergamo e il Panormedil cpt di Palermo.

Download (PDF, 2,18MB)

Vai alle news sui portali del Ministero del Lavoro e del Ministero dell’Interno

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione