FINANZIATO AL CESF UN PROGETTO INTERNAZIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA’ FORMATIVE IN PALESTINA E GIORDANIA

Al Comune di Gubbio è stato ufficialmente comunicato dall’AICS, Agenzia Italiana Per La Cooperazione Allo Sviluppo l’approvazione del progetto “Poli Integrati per la Formazione e la Qualificazione Professionale e Imprenditoriale nelle Costruzioni in Palestina e Giordania”.

Il CESF di Perugia sarà il soggetto realizzatore del progetto,  di importo circa 1.800.000 € e durata triennale, di cui il Comune di Gubbio è capofila e del quale il partenariato è composto dall’“Università dei Muratori, Scalpellini ed Arti Congeneri della Città di Gubbio – Innocenzo Migliarini” di Gubbio, dal Governo dello Stato di Palestina, dal Regno Hascemita di Giordania, e dalle Associazioni di costruttori Palestinian Contractors Union – PCU e Jordanian Construction Contractors Association (JCCA).

Il progetto è finalizzato a favorire opportunità di lavoro ed attività nelle regioni beneficiarie attraverso azioni di: trasferimento, adattamento e implementazione in Palestina e Giordania di buone pratiche per lo sviluppo di competenze nel settore delle costruzioni, in particolare relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro ed al restauro.

Tali azioni saranno localizzate nel Governatorato di Ramallah e Al-Bireh – Cisgiordania (Palestina) e nel Governatorato di Amman (Giordania).

Obiettivo finale del progetto è la realizzazione, in Palestina e Giordania, di due scuole edili sul modello di quella umbra.

Nello specifico le attività previste dal progetto, che prenderà avvio nei prossimi giorni, sono:

  • Definire il quadro analitico dei fabbisogni di competenze per i mestieri dei colletti blu e per gli imprenditori delle PMI di costruzioni in Palestina e Giordania, attraverso la ricerca e l’analisi di dati tecnico-scientifici su attività e processi produttivi delle costruzioni e sulle competenze che il mercato richiede a lavoratori e piccoli e medi imprenditori del settore in Palestina e Giordania.
  • Individuare, definendone le condizioni e modalità di adattamento e trasferimento in Palestina e Giordania, di buone pratiche italiane, europee e internazionali per lo sviluppo di competenze spendibili sul mercato del lavoro e di sistemi di qualificazione per i mestieri delle costruzioni, nonché per facilitare l’accesso al lavoro e la creazione di opportunità lavorative nelle costruzioni, in particolare per giovani e donne.
  • Individuare e definire gli standard di competenze formativi e di certificazione per ognuno dei mestieri delle costruzioni, inclusa l’imprenditorialità nelle PMI di costruzioni, da integrare nei sistemi nazionali di qualificazione per il settore costruzioni palestinese e giordano per tutte le figure di cantiere e per gli imprenditori delle PMI di costruzioni.
  • Definire e formalizzare il Memorandum of Understanding – MoU ECVET inerente gli standard professionali settoriali (accordo formale internazionale fra partner del progetto, istituzioni pubbliche competenti in materia di Istruzione e Formazione Professionale – IeFP, parti sociali ed erogatori di IeFP settoriali delle costruzioni, stabilente per detti standard – articolati in unità di competenze e crediti ECVET connessi – la corrispondenza per la valutazione, il trasferimento e l’accumulazione di risultati di apprendimento in contesti formali, informali e non formali).
  • Sostenere il processo di recepimento del MoU ECVET nei singoli sistemi di qualificazione dei Paesi coinvolti, al fine di assicurare la piena ufficialità nei rispettivi ordinamenti delle qualificazioni professionali settoriali da esso formalizzate a livello internazionale.
  • Creare in Palestina e in Giordania nuovi centri permanenti di formazione iniziale e continua per i mestieri delle costruzioni.
  • Formare in Italia 24 formatori e staff dei nuovi poli formativi settoriali nazionali palestinesi e giordani.
  • Organizzazione di 40 corsi di qualificazione per 400 partecipanti palestinesi e giordani per tutti i mestieri di costruzioni e per l’imprenditorialità nelle PMI (20 in Palestina e 20 in Giordania).
  • Erogazione di 40 corsi di qualificazione per 400 partecipanti palestinesi e giordani per tutti i mestieri di costruzioni e per l’imprenditorialità nelle PMI (20 in Palestina e 20 in Giordania).
 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione