La formazione professionale per il settore delle costruzioni è realizzata, in Italia, da un sistema formativo nazionale paritetico regolato dai contratti collettivi nazionali di lavoro dell’industria, delle cooperative, delle piccole imprese e dell’ artigianato.
Il Formedil, Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia, ha per scopo la promozione, l’attuazione e il coordinamento su scala nazionale delle iniziative di formazione, qualificazione e riqualificazione professionale nel settore delle costruzioni intraprese dai centri di formazione di settore, scuole edili.
Il Formedil promuove convenzioni e protocolli di intesa con gli enti pubblici preposti alla materia della formazione e dell’istruzione formazione; partecipa a progetti nazionali e internazionali favorendo, in particolare, lo scambio all’estero degli allievi e dei formatori delle scuole edili.
Le attività di formazione vengono realizzate dalle scuole edili territoriali secondo le esigenze del mercato del lavoro locale. Ciascuna scuola edile, pur essendo caratterizzata da autonomia finanziaria ed organizzativa, è coordinata a livello nazionale dal FORMEDIL che attraverso propri indirizzi definisce standard nazionali di riferimento.

Struttura del FORMEDIL
Il Formedil è stato costituito nel 1980 dalla Associazioni firmatarie del Contratto collettivo nazionale di lavoro edilizia industria (ANCE, Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil.)
Il FORMEDIL è gestito in modo paritetico dalle medesime organizzazioni attraverso i seguenti organi:

  • Comitato di Presidenza composto da Presidente di nomina imprenditoriale e dal Vicepresidente di nomina sindacale;
  • Consiglio di Amministrazione composto da n. 12 membri, designati in modo paritetico dalle organizzazioni firmatarie dil CCNL di settore, più n. 2 rappresentanti delle associazioni delle piccole imprese e della cooperazione ;
  • Collegio sindacale composto da 3 membri, due designati paritariamente dalle parti sociali, il terzo, che assume la carica di Presidente, designato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

Fanno attualmente parte del consiglio di amministrazione del Formedil i rappresentanti degli artigiani, delle cooperative e delle piccole aziende.
Il sistema di formazione dell’industria delle costruzioni dispone di risorse proprie che sono quantificate dal CCNL e concorrono a finanziare l’Ente Nazionale e le Scuole edili territoriali
Questa disponibilità di risorse proprie ha consentito al sistema FORMEDIL di dotarsi di strutture formative di qualità con cui realizzare attività corsuali e di servizio alle imprese e ai lavoratori.

L’offerta formativa del Sistema è ampissima e va dai corsi di ingresso obbligatori per chi inizia, per la prima volta, a lavorare in cantiere (le cosiddette 16ore prima), ai corsi per operai con esperienza che devono assolvere agli obblighi di legge per condurre macchine di cantiere complesse (16ore MICS – attrezzature).
E ancora: vengono istituiti corsi per disoccupati e inoccupati del settore, ma anche per laureati e diplomati che vogliono acquisire competenze specifiche legate all’uso di programmi di progettazione o alla gestione di un’impresa di costruzione. Esistono specifici progetti per la formazione in Apprendistato e molte Scuole garantiscono anche iniziative formative per l’assolvimento dell’obbligo scolastico.
Sono stati sottoscritti protocolli di intesa a livello nazionale con Associazioni di imprese specializzate in particolari lavorazioni dall’utilizzo di macchine complesse all’uso di materiali di posa innovativi, protocolli che hanno portato alla definizione di percorsi formativi a carattere nazionale a cura del Formedil.
Le aree di maggiore interesse, accanto all’edilizia tradizionale sono quelle afferenti le aree del restauro, dell’efficienza energetica, dei nuovi materiali e dell’innovazione tecnologica e di prodotto, della salute e sicurezza.

La caratteristica fondamentale dell’approccio formativo seguito dalle Scuole Edili del Sistema è quella di mettere in primo piano il valore dell’esperienza reale; in questo modo viene garantita la qualità sostanziale della formazione, grazie alla stretta connessione esistente tra formazione teorica ed esperienza pratica nel cantiere. Molte sono le iniziative intraprese attraverso l’approccio metodologico della formazione nel cantiere reale (cantieri scuola) nel contesto della formazione per il recupero e restauro edilizio. Cosi come le azioni congiunte tra scuole edili e scuole professionali e tecniche.
Di particolare rilevanza le attività sviluppate in area europea attraverso una rete di relazioni costruita nel tempo tra centri di formazione di altri paesi dell’Unione Europea.

Le azioni del Formedil sono espressione delle strategie politiche in materia di formazione a cura delle parti sociali. I contratti collettivi di settore rappresentano il quadro di riferimento dal quale derivano e muovono tutte le azioni del sistema nazionale e territoriale delle scuole edili.

Visualizza la composizione del CDA Formedil

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione