Con dotazione finanziaria di 430 milioni di euro per l’ anno 2020 e di 300 milioni per l’anno 2021 è stato registrato alla Corte dei Conti il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, con il quale sono individuati i criteri e le modalità di applicazione della misura e di utilizzo delle risorse del Fondo Nuove Competenze, istituito presso l’ANPAL ai sensi dell’art. 88 comma 1 del decreto-legge 19 maggio 2020, n.34, a seguito di emergenza Covid-19.

Hanno requisiti ammissibili per l’erogazione delle azioni di formazione e di reinserimento lavorativo anche le Scuole Edili/Enti Unificati. Nel caso dei nostri Enti, le azioni di reinserimento lavorativo sono attivabili tramite la Borsa Lavoro Edile Nazionale BLEN.it.

Il Fondo è istituito presso l’ANPAL e, per accedervi, è necessario aver stipulato accordi collettivi aziendali o territoriali di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa.

Gli accordi devono contenere:

  • Il progetto formativo;
  • Il numero dei lavoratori coinvolti;
  • Il numero di ore dell’orario di lavoro da destinare a percorsi per lo sviluppo delle competenze;

Il limite massimo delle ore da destinare ad ogni lavoratore e? individuato in 250 ore.  Le attività devono concludersi entro 90 giorni dalla data di approvazione della domanda da parte di ANPAL.

I datori di lavoro interessati devono presentare istanza di contributo all’ANPAL, mediante modulistica in corso di pubblicazione su portale web della stessa ANPAL.

Il Fondo potrà essere incrementato con ulteriori partecipazioni di risorse da parte di altri programmi tra cui Fondi Interprofessionali e PON/POR.

In allegato il Decreto Interministeriale

 

 

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione