Grande successo per la manifestazione promossa da Formedil e Saie Bologna con il patrocinio dell’Inail. Ediltrophy si conferma la più bella gara di arte muraria d’Italia e una delle più prestigiose d’Europa.

Sono di Udine e Frosinone i muratori più bravi di Ediltrphy al SAIE

Si è svolta sabato 25 ottobre a Bologna  la finale nazionale della Settima edizione di Ediltrophy, la gara nazionale di arte muraria, che come ogni anno chiude il SAIE. La manifestazione è organizzata dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia), con il patrocinio di CNCE (Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili) e CNCPT (Commissione Nazionale per la Prevenzione Infortuni) e in collaborazione con il SAIE (il Salone Internazionale dell’Industrializzazione Edilizia) e con Iiple (Scuola Edile di Bologna). Un importante riconoscimento è stato inoltre conseguito con i patrocini di INAIL (Istituto Nazionale per l’ Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati.

La vittoria quest’anno è andata per la categoria senior ai muratori Lorenzo Mattiussi e Ilic Zeljco di nazionalità bosniaca della Scuola Edile di Udine. Al secondo posto Vanni Cappato e Davide Faccini della Scuola Edile di Rovigo, al terzo posto Vito Salvo e Leonardo Micca della Scuola Edile di Potenza.
Tra gli junior sono stati dichiarati vincitori Alessio Noce e Giuseppe Treppiccioni, confermando come l’anno scorso al primo posto la Scuola Edile di Frosinone. Al secondo e terzo posto i fratelli romeni Stefan Ionut e Stefan Marius Necoara della Scuola Edile di Bologna e i giovani della Scuola Edile di Napoli Pasquale Allocca e Onofrio Mocerino.
Il premio speciale dedicato alla qualità e la sicurezza sul lavoro è andato alla squadra junior della Scuola Edile di Imperia Madhi Jarnija e M’hammed Aroro, il primo nato a Sanremo e il secondo in Marocco, ma entrambi di nazionalità italiana.

I vincitori hanno realizzato “a regola d’arte” una “ stone chair, ovvero una poltrona in mattoni faccia vista per arredo urbano completata da una seduta in pietra leccese originale progettata dal’architetto Gazmend Llanaj superando gli altri concorrenti per la loro precisione, prestando la massima attenzione alla sicurezza e al decoro senza trascurare il fattore tempo. Alla gara hanno partecipato 22 squadre di cui 13 senior e 9 junior.

Il progetto Stone Chair elaborato per Formedil dall'arch Gazmend LLanaj in occasione di Ediltrophy 2014

Il progetto Stone Chair elaborato per Formedil dall’arch Gazmend LLanaj in occasione di Ediltrophy 2014

“Questa manifestazione – ha commentato il Presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli – costituisce un momento alto della nostra fiera. E quest’anno nella ricorrenza dei nostri primi 50 anni deve andare tutto il nostro ringraziamento a questi lavoratori che con dedizione, passione e professionalità si sono cimentati in una prova di grande valore, dimostrando qualora ce ne fosse ancora bisogno, la qualità del costruire italiano, ma anche l’importanza della formazione. Formazione che da quella per i lavoratori a quella rivolta ai tecnici e al mondo della progettazione ha caratterizzato questa straordinaria edizione del SAIE.”

http://www.youtube.com/watch?v=xOw8JR5yYho&feature=youtu.be&list=PL085810A316068293

“Con la gara del muratore, forse più che in passato, considerata la gravissima crisi che l’edilizia sta vivendo, abbiamo voluto evidenziare l’importanza del lavoro nelle costruzioni. – sostiene il Presidente del Formedil Massimo Calzoni – Perché da sempre le costruzioni vivono delle capacità professionali e delle conoscenze di una mano d’opera che se è qualificata e consapevole è in grado di garantire prestazioni adeguate alle richieste, altrimenti la qualità scende e l’intera economia del Paese ne risente. Le imprese così come il Governo e il Parlamento debbono arrivare a comprendere con chiarezza che il lavoro qualificato deve essere una priorità. Perché sono in questo modo sapremo rilanciare l’industria delle costruzioni e assicurare una capacità competitiva al settore”.

Ecco il video di sintesi della finale di Bologna: https://www.youtube.com/watch?v=uSX7_duKLyo&feature=youtu.be

tutti i concorrenti

 
 
 

powered by YoYo comunicazione