La sfida nazionale di Ediltrophy 2009 ha visto prevalere Euplio Solimine e Paolo Antonio Candelino della squadra bolognese, davanti a Luigi Caporaso e Giovanni Ciotta della scuola edile di Benevento, che hanno ricevuto il secondo premio, mentre terzi sono arrivati Adriano Martin e Beppino Flumignan di Udine, che nella fase regionale avevano sbaragliato ben 23 squadre concorrenti. Tutti esperti muratori, tutti “mastri” dell’edilizia che hanno saputo usare la loro esperienza giocandosi le tre posizioni di eccellenza in quello che potremmo definire un vero e proprio “fotofinish”, la prima squadra ha, infatti, distanziato la seconda di appena due punti su 258. La squadra di Bologna ha prevalso sulle altre 16 squadre di muratori che avevano vinto le rispettive selezioni regionali.

La giuria ha premiato anche i più giovani, consegnando una targa speciale alla squadra “Junior” della Lombardia, come segnale di una attenzione a chi si appresta a iniziare una carriera nell’edilizia curando la propria formazione e puntando sull’entusiasmo e la voglia di crescere professionalmente.

La manifestazione si è caratterizzata per una qualificata partecipazione oltre che di pubblico anche di imprenditori e di rappresentanti sia nazionali che regionali delle parti sociali, che hanno partecipato con entusiasmo commentando e valutando le diverse performance. Generale è stato il consenso su questa manifestazione auspicandone una crescita e un’apertura sempre maggiore al territorio e alle comunità locali.

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione